2^ serie - episodio 38 "LA NUVOLA"
(The Beta Cloud)

dal sito http://www.space1999.net/marco/

Una misteriosa epidemia decima il personale di Alpha, lasciando poche persone sane,
proprio mentre da una sorta di nuvola spaziale viene inviato sulla base un inarrestabile mostro alieno, ben deciso ad appropriarsi del nucleo energetico del supporto vitale. Dura lotta contro l’intruso per Tony, Maya e Fraser...

Trama:

Assistendo Tony Verdeschi nella produzione della sua famigerata birra idroponica, la botanica Shermeen Williams si invaghisce non corrisposta del vicecomandante di Alpha. Sfruttando la sua delusione amorosa e la sensibilità della giovane, Vindrus, un alieno del pianeta Sunim, contatta Shermeen assicurandole la soluzione di tutti i suoi problemi in cambio dell'aiuto che potrà offrire alla sua gente, confinata nel regno dell'antimateria a seguito di un conflitto nucleare.
Quando il pianeta viene avvistato dagli Alphani, Shermeen riesce, con l'intervento di Vindrus, ad inserirsi nella squadra di ricognizione in partenza. Una volta giunti su Sunim Shermeen segue l'immateriale Vindrus fino ad un tempio, nel quale è custodito un convertitore materia-antimateria in grado di ridare consistenza materiale al popolo di Vindrus, che non è in grado di attivarlo data la sua incorporeità.
Mentre la squadra di Koenig si impegna nella ricerca della ragazza, istruita da Vindrus su come agire una volta rientrati su Alpha, Maya registra su video le immagini sulle pareti del tempio e ricostruisce il presunto destino degli alieni. Shermeen, utilizzando flora ammaliante, ipnotizza Bill Fraser e, dopo essersi appropriata di un generatore portatile in grado di attivare il convertitore su Sunim, ritorna con un'Aquila sul pianeta.
Qui Vindrus la costringe a rimaterializzare il suo corpo, privando però di tangibilità quello della ragazza come legge di contrappasso, lo stesso fato che vorrebbe riservare a tutti gli Alphani. Koenig, alla ricerca della giovane, finge di abboccare agli allettamenti del nuovamente corporeo Vindrus ma ha già un suo piano per sventare i propositi dell'extraterrestre.
Maya, trasformatasi in Shermeen, induce Vindrus a credere che il passaggio sia fallito, intrappolandolo in una cabina e rovesciando il processo: Shermeen riacquista la propria forma corporea, privando Vindrus della sua. Sovraccaricando il generatore, gli Alphani distruggono il tempio e fanno ritorno salvi alla base.La Luna giunge in prossimità di una nuvola spaziale, il cui influsso mette fuori combattimento quasi tutti i membri del personale di Alpha, compreso il comandante Koenig. Dall’Aquila mandata in ricognizione salta fuori un gigantesco e mostruoso colosso, guidato dagli extraterrestri della nuvola verso il supporto vitale della base, necessario per la sopravvivenza dell’invasore.
Tony, Maya e Bill Fraser, tra i pochi immuni all’epidemia, cercano in ogni modo di contrastare l’inarrestabile marcia del mostro verso il generatore vitale. Nessuna delle trasformazioni di Maya è sufficientemente forte da fermare il gigante alieno, immune ai laser, alla pressione zero, al gas, ai sedativi. Ogni tentativo di intrappolarlo risulta vano e anche un attacco con i cannoni laser alla nuvola stessa non dà alcun risultato apprezzabile.
Tra i corridoi deserti di Alpha si scatena una vera e propria sarabanda di trappole e agguati ma nulla che possa bloccare l’invasore. Mentre Fraser appronta una barriera elettrica davanti all’ultima sezione della base prima della sala generatori, Tony, nella situazione disperata, rivela il suo amore per Maya. Ma non c’è tempo per il romanticismo: il mostro si scaglia contro la barriera con crescente veemenza, fino a che riesce a sfondarla.
Libero di impossessarsi del nucleo vitale, l’essere si sbarazza facilmente di Tony e Bill... e solo allora Maya intuisce che la creatura invincibile non può che essere un robot. Trasformatasi in un'ape, penetra nel suo orecchio fino al cervello positronico, che finisce con l’andare in tilt. Il mostro crolla, ormai innocuo, e la nuvola si dissolve nello spazio. Il personale si riprende e nel Centro Medico rimane solo Tony, pieno di fratture, burbero e pronto a riprendere il suo ruolo di finto macho nei confronti di Maya.

 

Un Blooper per tutti...

Maya, intuito che la creatura è in realtà un robot e trasformatasi in un'ape, penetra attraverso un orecchio nella testa del nemico. Nel groviglio di fili elettrici, circuiti stampati e schede varie, si può ben distinguere un pannello di plexyglass sul quale è inciso il vecchio e particolarissimo - e per questo ben riconoscibile - marchio di una nota casa automobilistica francese... Riciclo di materiali o pubblicità subliminale? Certo è che quel marchio non avrebbe dovuto esserci nella testa di un robot spaziale!!!



Con Dave Prowse (l'alieno della nuvola), John Hug (Bill Fraser)

e con Albin Pahernik





















index | site map | bersaglieri | paracadutisti | inter | tesi di laurea | dylan dog | spazio 1999 | actionaid | armando spadini | area protetta

created by luca spadini communications 2002-2020

donate dillo ai tuoi amici__vietato fumare